Regno Unito offre il suo aiuto ad Abbas

Il ministro degli Esteri britannico, Boris Johnson ha parlato al telefono con il presidente palestinese Mahmoud Abbas…

Regno Unito offre il suo aiuto ad Abbas

Il ministro degli Esteri britannico Boris Johnson ha annunciato che il suo paese non accetta il trasferimento dell'ambasciata americana da Tel Aviv a Gerusalemme.

Johnson ha parlato al telefono con il presidente palestinese Mahmoud Abbas.

Secondo le notizie dell'agenzia di stampa palestinese WAFA, nella conversazione telefonica Johnson dicendo che il suo paese non accetta il trasferimento dell'ambasciata statunitense a Gerusalemme, ed esprimendo il suo dolore per le vittime civili che hanno perso la vita a Gaza, ha dichiarato che sono disposti ad aiutare per garantire la pace.

Da parte sua, Abbas esprimendo la soddisfazione per la posizione del Regno Unito, ha affermato che la Palestina è al favore per garantire il processo di pace basato su una legittimità internazionale.

Il leader palestinese ribadendo che gli Stati Uniti dopo che hanno rimosso le questioni di Gerusalemme e dei rifugiati dal tavolo dei negoziati, non è più accettabile che gli Stati Uniti siano l'unico mediatore tra l’Israele e la Palestina, ha dichiarato che ora vogliono un meccanismo internazionale per assicurare la pace.

I soldati israeliani hanno aperto il fuoco contro i manifestanti che hanno commemorato il 70esimo anniversario di Nekbe (Grande disastro) e protestato contro il trasferimento dell'ambasciata statunitense a Gerusalemme, in cui sono stati caduti martiri 63 palestinesi e rimasti ferirti almeno 3 mila persone, centinaia di loro con proiettili veri.



NOTIZIE CORRELATE