Droni senza pilota e armati della produzione nazionale

Vi presentiamo le valutazioni del direttore del Sindacato di Türk Harb-iş  Tarkan Zengin.

Droni senza pilota e armati della produzione nazionale

I velivoli nazionali e originali , i droni armati senza pilota prodotti dall’industria di difesa turca hanno messo la Turchia tra i paesi principali nel settore.

Turchia da un lato produce prodotti strategici che hanno cruciale importanza nell’industria della Difesa, dall’altro lato vuole avanzare prossimi passi sicuri  con propri prodotti della difesa che saranno prodotti con tutte le  opportunità nazionali e mettendo cosi la Tuırchia nella gara globale del settore.  Cosi Turchia con le sue politiche indipendenti in merito contribuisce al rafforzamento dell’economia. In alre parole  il motivo dell’iniziativa è il motivo di esser indipendente nel settore e rafforzare l’economia turca.

I primi messiin inventario dell'esercito turco  sono stati i Heroni acqusitati dall’Israele e GNAT  dagli USA negli anni 90’.

Predator e Repaer droni senza pilota e armati  erano  la versione sviluppate del GNAT prodotto all’inizio degli anni 2000, però Il Congresso USA non ha dato il  permesso alla vendita alla Turchia. Quindi in Turchia è iniziato il processo della produzione pripria velivoli senza pilota. Oggi la Turchia usa  droni nazionali  quelli Anka e Bayraktar.

I nostri prodotti IHA( droni senza pilota) e SİHA8 Droni senza pilota e armato) mettono la Turchia in un posto cruciale  tra paesi che producono tali prodotti. Ogi la Turchia ha un’effettiva potenziale di forza dell’uomo nelle produzioni tecnologiche nazionali. Vediamo quanto potenziale ha la nostra gioventu’. Questo successo raggiunto oggi è il frutto dei lavori sistematici e a lungo termine avanzati con grande pazienza.

 

Un dirigente dell’azienda Baykar che producono i droni senza pilota e quelli armati, Selçuk Bayraktar die gli seguenti.

“La storia della produzione dei droni nazionali è comi,nciata con la produzione di piccoli drroni.Abbiamo lavorato insieme con i militari sui campi  utilizzando questi piccoli droni. I droni primitivi avevano la capacità di trasmettere in diretta  l’immagine  vista sul suolo. Nel mondo nessun drone aveva questa funzionalità . Alcuni di questi hanno contribuito alle operazioni oltreconfine come l’operazione a Afrin.

 

 

BAYRAKTAR MINI UAS  e BAYRAKTAR UAV tattico

I primi drroni piccoli, utilizzati per la prima volta dall’esercito turco nel 2007, sono stati di  produzione dell’azienda Bayraktar.

 

La stessa azienda ha prodotto prossimo anno Droni di tattica.

“Bayraktar piccolo droni senza pilota è il primo sistema robotico de velivolo aereo, completamente nazionale con tutte le sue apparecchi elettronici e meccanicisoftware. Fino ad oggi ha fatto oltre 100mila voli operazionali. Il sistema è molto adatto all’uso anche alle difficili condizioni meteorologiche.

 

Il sistema del drone di tattica, sviluppato in modo adatto al concetto di droni senza pilota a medio e lungo raggio ha il sistema di controllo automatico. E’ uno dei velivoli da  da osservazione e da scoperta con sistemi applicazioni uniche di navigazione e di fusione dei sensori, sviluppato con la tecnologia più alta nella classifica mondiale

Test di volo sono stati portati a termine con successo nella delegazione ufficiale nel settembre-ottobre 2009.

 

SONOUTILIZZATI NELLE OPERAZIONO MILITARI.

 

Questi droni hanno contribuito complessivamente al successo delle operazioni oltre confine delle forze di sciurezza turche.I droni Bayraktar TB2 sono utilizzati dal 2015. Nella sua prima prova in volo dello scorso dicembre in configurazionearmata, il Bayraktar è stato equipaggiato con  “mini munizioni intelligenti”, che rilasciate a una quota di oltre 16.000 piedi. Bayraktar TB2, tuttavia al momento il drone tattico armato provato recentemente  non è ancora stato adottato dall’esercito turco. Il velivolo utilizzato nelle operazioni come Scudo dell’Eufrate e Ramo d’Ullivo  hanno contribuito alla determinazione dei rifugiati dei terroristi e alla neutralizzazione di loro.

 

 

L’azienda Baykar e i suoi soci hanno svilluppato il software  per  droni con telecamera in diretta, Kuzgun. Utilizzato all’esercitazione comune di Efeso del 2018. Kuzgun visualizza sui apparecchi mobili le immagini forniti dai droni. Cosi  i membri delle forze di sciurezza turche possono ricevere simultaneamente  le informazioni sulla regione. Il prossimo obiettivo della Turchia è il jet senza pilota e la Turchia ha potenziale di raggiungere tutti i suoi bersagl.

 

 

 


etichetta: difesa , nazionale , Turchia , Droni

NOTIZIE CORRELATE