Industria della difesa turca 07

Da Vecihi Hurkus agli aerei Hurkus...

Industria della difesa turca 07

Dal 20 al 23 settembre, per la prima volta in Turchia, si è tenuto il festival dell'Aeronautica, dello Spazio e della Tecnologia "TEKNOFEST ISTANBUL”, sotto la guida della Comune d’Istanbul e la Fondazione T3. Alla riunione di presentazione del festival, il presidente del Consiglio di amministrazione di Fondazione T3, Selcuk Bayraktar ha dichiarato che il festival è molto importante per la mossa della tecnologia nazionale. Le dimostrazioni, i concorsi, i seminari e i lavori svolti durante il festival hanno confermato questa dichiarazione.

Hurkus esposto al festival, ha realizzato anche uno show aereo. Mentre guardavo gli aerei Hürkuş mi è venuta in mente la storia della vita di Vecihi Hurkus, che ha un posto importante nella storia dell'aviazione nel nostro paese. Le immagini di giovani che provano la stessa eccitazione come Vecihi Hürkuş, che ha fatto importanti lavori in giovane età, danno speranza per il futuro del nostro paese. Il sostegno dello Stato che è stato negato a Vecihi Hürkuş questa volta apre la strada per i giovani inventori. Vecihi Hürkuş spiegava questa situazione come segue: "In paesi stranieri in cui ho viaggiato sapevo molto bene come hanno iniziato l’aviazione e come costruivano gli atelier. Primo di tutto, la fede e l'incoraggiamento nazionali sono stati l'unico mezzo di successo su questa strada. Anch’io ho bisogno di questo per aver successo. L'unica libertà che non può essere portata via è la libertà di scegliere il nostro atteggiamento. Io sono Vecihi Hürkuş, meriterò il mio cognome facendo volare il mio paese. Dedico la mia vita, mia libertà, la mia convinzione che l'unica via per l'indipendenza nazionale sia attraverso la produzione nazionale. Perché quelli che cercano di volare con le ali degli altri non possono essere ‘Hürkuş’ (uccello libero)”. Oggi, la Turchia nel campo della difesa, cammina verso il futuro con la fede di volare con le proprie ali.

Vecihi Hürkuş, aprì gli occhi alla vita nel 1896, ad Istanbul. Persero il suo padre quando era piccolo. Oltre ad essere uno dei nomi più importanti nella storia dell'aviazione nel nostro paese, allo stesso tempo è stato l'eroe di una storia triste. Ci sono numerosi risultati che gli hanno permesso di passare alla storia dell’aviazione. Ad esempio, fu il primo pilota turco ad abbattere un aereo nemico nel 1917 mentre faceva parte al Fronte di Caucasico. Egli è il primo designer di aerei a produrre aeroplani che portano il suo nome. È il fondatore della prima scuola di volo in Turchia e l’insegnante che ha istruito la prima donna pilota. È il fondatore della prima scuola di aviazione civile. È il fondatore della prima compagnia aerea civile della Turchia, la Hürkuş Airlines. Vecihi Hürkuş è il primo pilota a volare con 102 diversi modelli di aerei da guerra e civili. Tra gli anni 1916-1967, con 30mila ore di volo ha segnato record importanti. Si è offerto volontario per la Guerra d’Indipendenza. Qui mentre faceva voli di scoperta di successo ha abbattuto un aereo greco. A seguito al suo successo gli è stato assegnato la Medaglia dell’Indipendenza dalla Grande Assemblea Nazionale della Turchia.

Vecihi Hürkuş produsse il suo primo aereo, Vecihi K VI, e fece il suo primo volo nel 1925. Un giovane di 29 anni costruì il nostro primo aereo con risorse limitate. Invece di essere ricompensato per questo successo, con la giustificazione di aver volato senza permesso, gli è stato tagliato il mezzo salario e gli sono stati dati arresti domiciliari per 10 giorni. Lasciò l'esercito a causa di questa punizione. A questa situazione si è opposto con il suo articolo pubblicato nel 1925 dicendo: "Ci siamo dimenticati che eravamo soldati, ci siamo opposti agli ordini". Anche alla prima compagnia aerea civile della Turchia, fondata nel 1954, la Hürkuş Airlines sono successe cose simili. Aveva stabilito una flotta riparando gli aerei abbandonati della Turkish Airlines. I suoi voli sono stati cancellati senza motivo, sono stati sistemati sabotaggi sui suoi aerei ed gli è stato impedito di avere successo.

Vecihi Hürkuş produsse il suo velivolo "Vecihi XIV" in 3 mesi presso negozio di legname affittato a Kadikoy. Fece il suo primo volo con questo aereo nel 1930. Applicò al Ministero dell'Economia del tempo per acquisire un certificato di autorizzazione di volo per il suo velivolo. Il dipartimento li rispose che "l'autorizzazione non poteva essere concessa a causa dell'assenza di chiunque che poteva identificare le caratteristiche tecniche del velivolo". Questa risposta mostra, infatti, perché è stata prevenuta la produzione nazionale.  

Il primo aereo nazionale: Hürkuş

Hürkuş è il primo aereo nazionale della Turchia sviluppato da TAI (Azienda aeronautica e spaziale turca). Il progetto di aeromobili di addestramento di base di nuova generazione (HÜRKUŞ), è stato iniziato nel marzo 2006 con l’accordo raggiunto tra il sottosegretariato dell'industria della difesa e la TAI. Il progetto è stato avviato per soddisfare le esigenze del Comando delle Forze aeree e per sviluppare un velivolo da addestramento che potesse entrare nel mercato mondiale.

Con l’accordo firmato il 26 settembre 2013 è stato deciso di iniziare la produzione di massa degli aerei HÜRKUŞ. Successivamente, il 26 dicembre 2013 è stato firmato il contratto di HÜRKUŞ-B.  HÜRKUŞ A è la configurazione di base che è certificata secondo gli standard di EASA e CS-23. HÜRKUŞ B è una configurazione avanzata con avioniche integrate. HÜRKUŞ-C, oltre alla necessità di addestramento del pilota; si sta sviluppando per attacco leggero e missioni esplorative armate per basso costo e alta precisione.

Hürkuş, i cui test di volo sono stati completati con successo, dovrebbe essere consegnato all'Aeronautica a novembre. Dopo la consegna, l'aeromobile verrà testato su diversi criteri per 3 mesi dai piloti dell'Aeronautica. Lo sviluppo dell'aeromobile sarà completato in base alle richieste che verranno fatte durante questo periodo. 15 aeromobili dovrebbero essere restituiti all'aeronautica entro la fine del primo semestre del 2019.

PRIMO AEREO TURCO CON CERTIFICATO DI TIPO DA EASA

Le informazioni fornite da TAI sull'aereo sono le seguenti: Oltre alle prove di volo, su 2 diversi velivoli strutturali sono state eseguite con successo le prove relative alla resistenza dell'aereo e di durata e di tolleranza del danno. Come parte del progetto, sono stati preparati 545 documenti per essere inviati a EASA (Autorità europea dell'aviazione civile) e SHGM (Direzione generale dell'aviazione civile). Inoltre, sono stati preparati tutti i documenti per la manutenzione e l’esecuzione. A seguito di tutto questo lavoro, l'11 luglio 2016 è stato preso dall'SHGM il "Certificato di tipo aereo TT32" per l'aeromobile di addestramento di base di nuova generazione HÜRKUŞ. Lo stesso giorno, anche EASA ha consegnato il Certificato di tipo convalidato EASA, valido per tutti i paesi europei. Così Hürkuş è stato il primo aereo a ricevere il certificato di tipo da un'autorità europea per l'aviazione civile. Il successo degli aerei Hürkuş è ovviamente importante per il nostro paese. Tuttavia, il suo volo in aria è come un segno di riconoscimento espresso nei confronti di Vecihi Hürkuş che è riuscito a fare un aereo nelle condizioni del 1925, quando aveva solo 29 anni e questo, nonostante tutti gli ostacoli.



NOTIZIE CORRELATE